Cos’è l’interesse composto e come funziona ?

Albert Einstein ha descritto l’interesse composto come “l’ottava meraviglia del mondo”, ma cosa é esattamente? L'interesse composto è l'interesse che si riceve su un importo principale, che é compreso dell'interesse accumulato dai periodi precedenti su un deposito o di un prestito. In poche parole, è l'interesse guadagnato sul denaro che era già stato guadagnato come interesse o il "interesse sugli interessi". Al contrario, gli interessi semplici sono pagati solo sul capitale e non su interessi maturati. In pratica, l'interesse composto è più comune rispetto al semplice interesse.

Fattori che influenzano l’interesse composto

  • Frequenza: La frequenza di compounding, o il numero di volte all'anno che i pagamenti di interessi sono distribuiti, incidono sull’interesse composto. L'interesse è spesso composto su base annuale, semestrale, trimestrale o mensile, ma può anche essere composto su base quotidiana o anche in modo continuo. In generale, più frequentemente l’interesse viene erogato, maggiore sarà il valore futuro del vostro denaro.
  • Tasso di interesse: i tassi di interesse possono avere un effetto considerevole. Tassi di interesse più elevati contribuiranno di più al valore di un investimento rispetto a tassi più bassi.
  • Tempo: L'interesse composto ha un impatto maggiore sugli investimenti con tempi più lunghi rispetto a quelli più brevi.

Come calcolare l’interesse composto

Capire come elaborare l'interesse composto, è relativamente facile con la relativa formula. L'interesse composto è calcolato utilizzando la seguente formula:

A=P(1+ r/n)nt

Nella formula, ‘A’ è il valore futuro, ‘P’ è il capitale, ‘r’ è il tasso di interesse, ‘n’ è il la frequenza di erogazione e ‘t’ è il tempo calcolato in anni .

Per esempio, mettiamo che depositi €1.000 in un conto di risparmio in banca e lo lasci lì per 20 anni. La tua banca paga un tasso di interesse del 5% e l'interesse è composto annualmente. In 20 anni, avrai €2.653.30 senza fare nulla.

L'interesse composto negli investimenti funziona allo stesso modo. Diciamo che investi €1.000 in un ETF che ipoteticamente ha un rendimento annuo del 9%. Dopo il primo anno, il tuo investimento aumenterebbe a €1.090. Sebbene un guadagno di €90 non possa sembrare molto, il tempo sul mercato può accrescere significativamente l’investimento. In 30 anni, il tuo stesso investimento crescerebbe fino ad arrivare a €13,267.68. Questo produrrebbe un aumento di €12,267.68 rispetto al vostro investimento iniziale di €1.000.

La regola del 72

La regola del 72 è un modo rapido per essere in grado di stimare il tempo necessario per raddoppiare un investimento. Inoltre, è una scorciatoia per calcolare l'impatto approssimativo dell’interesse composto. La regola della formula 72 è:

72/r=Y

In cui r è il tasso di interesse annuo composto e Y è il numero di anni che ci vorrà per raddoppiare il tuo investimento. Prendendo il tasso di interesse del 5% dell'esempio in alto e utilizzando la regola della formula 72, si sarebbe in grado di raddoppiare il vostro denaro in 14,4 anni. È importante ricordare che la regola del 72 è solo una stima. In questo caso, l'importo effettivo di anni che ci vorrebbe per raddoppiare il vostro denaro, con l'interesse composto annualmente, sarebbe 14,21 anni. Anche se vi è una piccola discrepanza in queste cifre, la regola del 72 può essere utilizzata per una facile stima.

Pro e contro dell’interesse composto

L'effetto dell’ l'interesse composto può avere un impatto positivo o meno, a seconda delle circostanze. Potete trarre i benefici dell'interesse composto nello scenario in cui siete l'investitore, per cui un investimento può crescere esponenzialmente nel tempo.

D'altra parte, nel caso siate debitori, l'interesse composto può essere costoso. Il più comune caso si verifica con le carte di credito. Alcune società di carte di credito addebitano gli interessi per il prestito anche sulla quantità di interesse che ne è scaturito. Pertanto, si può arrivare ad essere debitori di un importo significativamente maggiore di quanto inizialmente preso in prestito dalla società di carte di credito.

Rischi connessi

In DEGIRO, siamo aperti e trasparenti sui rischi derivanti dall'investimento. Prima di iniziare a investire, ci sono una serie di fattori da considerare. Questo aiuta a pensare a quanto rischio si è disposti ad accollarsi e quali prodotti corrispondono alla vostra conoscenza. Inoltre, non è consigliabile investire con denaro che potrebbe essere necessario a breve termine o di investire in posizioni che potrebbero causare difficoltà finanziarie. Tutto inizia con il pensare a che tipo di investitore si vuole essere. È possibile leggere di più sui rischi connessi agli investimenti sulla nostra pagina dedicata al rischio.

Le informazioni contenute in questo articolo non sono scritte a scopo di consulenza, né intendono raccomandare investimenti. L'investimento comporta rischi. Puoi perdere (una parte di) il tuo deposito. Ti consigliamo di investire solo in prodotti finanziari che corrispondono alla tua conoscenza ed esperienza.

backtotop

Nota: Investire comporta rischi. Puoi perdere una parte o tutto l'ammontare del tuo deposito. Ti consigliamo di investire solamente in prodotti finanziari che si adattano alle tue conoscenze ed esperienza.

Nota:
Investire comporta rischi. Puoi perdere una parte o tutto l'ammontare del tuo deposito. Ti consigliamo di investire solamente in prodotti finanziari che si adattano alle tue conoscenze ed esperienza.